Cicorino
  • UN PO' DI STORIA:

Il Radicchio, o meglio i Radicchi, sono delle particolari varietà di cicorie appartenenti alla famiglia delle Asteracee (o Compositae). Si pensa che tutte le tipologie di Radicchi coltivati oggi siano derivati da individui a foglie rosse introdotti in Europa intorno al quindicesimo secolo. Nel corso del secolo successivo si comincia la coltivazione di questo ortaggio, soprattutto nel Veneto, dove gli agricoltori, attraverso una ingegnosa opera di selezione, hanno dato origine alle diverse tipologie di Radicchio che oggi ritroviamo sul mercato. Dagli anni '60 in poi, la coltivazione di radicchio si è diffusa in altre regione d'Italia: Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Lombardia, Marche, Puglia.

  • CARATTERISTICHE:

In base alle caratteristiche morfologiche della foglia, il radicchio, appartenente alla famiglia delle Asteracee, viene classificato in diversi gruppi. Ci sono, così, i radicchi rossi, con foglie di colore variabile dal rosso intenso al rosso carminio e con nervatura centrale ben sviluppata e bianca, ed i radicchi verdi. Questi ultimi presentano una forma a rosetta, di colore verde intenso con cuore verde-giallo. Il radicchio è un vegetale tra i più apprezzati e rinomati per le ottime caratteristiche organolettiche. La consumazione può avvenire sia a cotto, sia a crudo.

  • PROPRIETA' NUTRITIVE:

Il radicchio ha proprietà depurative, diuretiche, toniche e lassative. Inoltre facilita la digestione, la funzione epatica e stimola la secrezione biliare. In cosmesi, il succo viene utilizzato per preparati per la pelle irritata. Può essere consumato sia crudo che cotto. La cicoria, "parente prossima" del radicchio, viene consumata soprattutto cotta: in questo caso si consiglia di bere l'acqua di cottura, che ha proprietà depurative, diuretiche, digestive e protettive per il fegato. E' un ortaggio ben tollerato da tutti gli stomaci ed è ricco, nella varietà verde, di vitamina A, vitamina C e ferro. Particolarmente gustose le "puntarelle" crude, i germogli simili all'asparago presenti nel cuore del cespo.

  • COME SCEGLIERE:

Quando si acquista il radicchio è molto importante che le foglie non siano appassite o troppo bagnate, perché il contenuto vitaminico dipende dalla freschezza del prodotto. Le foglie non devono essere troppo scure e macchiate e il cespo deve essere leggermente aperto.

  • COME CONSERVARE:

Si conserva in frigo nello scomparto della verdura, chiuso in un sacchetto di plastica o avvolto in un telo da cucina. Può essere conservato in frigo anche per una settimana.

  • COME PULIRE:

Eliminare le foglie se rovinate. Lavare accuratamente sotto acqua corrente ed asciugare con una centrifuga da insalata o tamponare con uno strofinaccio pulito. E' preferibile tagliare i cespi a metà ed allargare leggermente le foglie per far penetrare l'acqua tra le foglie. Se la parte esterna del cespo fosse leggermente appassita, bisogna eliminarla insieme alla base altrimenti può risultare molto amara. Per smorzare un po’ il sapore amaro, prima di consumarli, metterli a bagno, interi o tagliati, nell'acqua per due-tre ore.

 


dsdsdsdsdsd
ds

 

Previsioni

Meteo